fbpx

Scopri i finanziamenti a fondo perduto apertura Bar

Per coloro che decidono di aprire una nuova attività nel settore Bar o Ristorazione, i finanziamenti vanno dal 20% al 50% a Fondo Perduto.

La variazione della percentuale dipende da:

  • tipologia dei soci (numero di occupato o non occupati)
  • tipologia di società costituita (di persona o di capitali)

 

Condizioni da rispettare per l’apertura di un Bar

Affinché si possa accedere ad un Fondo Perduto per aprire un bar, uno dei soci deve possedere l’attestato S.A.B. e quindi aver superato l’esame di Somministrazione Alimenti e Bevande.

Per evitare di affrontare la concorrenza con i bar vicini è importante puntare ai Servizi alla Clientela, vale a dire quei servizi di piccola ristorazione, eventi dal vivo, prodotti artigianali, happy hour, etc.

La posizione del locale è di fondamentale importanza, sia per attirare clienti che per le spese di gestione che ne conseguono.

 

Agevolazioni per aprire un bar 2021

Aprire un bar richiede una forte motivazione personale e finanziamenti utili a sostenere i costi di avvio e gestione dell’attività.

Decreti e diverse modalità di finanziamento si sono evoluti e ampliati e oggi, soprattutto i giovani, dispongono di tante opportunità di contributi e agevolazioni.

A questo proposito, i finanziamenti a fondo perduto costituiscono la soluzione ideale per tutti quei giovani che intendono avviare un’attività da zero cercano un sostegno per migliorare un’attività già in essere.

Questi prestiti sono emessi da enti europei, nazionali e regionali e vogliono stimolare l’auto-impresa del nostro paese.

Perché i finanziamenti a fondo perduto sono così richiesti? La risposta risiede nel fatto che il contributo, per una percentuale stabilita alla stipula del contratto, non prevede la restituzione.

Per aprire un bar occorre presentare la domanda per il finanziamento e riuscire ad orientarsi tra i vari bandi disponibili. In ogni caso, ci si può rivolgere la Ministero dello Sviluppo e richiedere dei finanziamenti per l’apertura di un bar solo dopo aver superato determinati requisiti: esperienze nel settore (anche come dipendente) di almeno due anni, aver frequentato un corso per la gestione degli alimenti HACCP ed essere iscritto al REC, Registro Esercenti Commercio.

Generalmente per accedere a questi contributi bisogna essere maggiorenni, inoccupati al momento della richiesta ed essere residenti nella Regione specifica.

Per quanto riguarda il finanziamento statale, ogni anno viene aperto un bando per i finanziamenti.

Laddove mancano i riferimenti regionali, Invitalia costituisce il riferimento principale per tutti coloro che aspirano a diventare imprenditori. Lo scopo è di stimolare lo sviluppo economico del paese partendo dalle piccole e medie realtà, garantendo loro degli incentivi.

Invitalia ha aperto ai giovani la possibilità di richiedere finanziamenti a fondo perduto o a basso costo, attraverso il nuovo programma chiamato Nuove imprese a tasso zero.

Tante imprese hanno raggiunto il successo attraverso con il Selfiemployment di Garanzia Giovani che mira allo sviluppo dei giovani nel mondo dell’imprenditoria.

Resto al Sud è un’altra importante iniziativa che supporta il business di chi sceglie di investire in Italia.

 

 

Finanziamenti a fondo perduto per attività già avviate 2021

I finanziamenti a fondo perduto consentono ai giovani imprenditori di avviare una start up e alle imprese di introdurre utili innovazioni nell’ambito dei processi aziendali e di sviluppare un progetto imprenditoriale.

I beneficiari quindi sono: imprese, start up e i giovani che aspirano a farsi largo nel mondo imprenditoriale. Attraverso questi finanziamenti è possibile acquistare macchinari, impianti, attrezzature varie e coprire i costi di avvio dell’attività.

 

Bandi finanziamenti a fondo perduto 2021 per le Start Up

Di seguito, i bandi attivi nel 2021 per creare un progetto imprenditoriale e avviare una Start Up:

Smart & Start Italia è un bando Invitalia che si rivolge alle start up innovative di piccola dimensione, nate da non più 60 mesi o in fase di costituzione e imprese straniere operanti in Italia.

Il prestito ammonta al 70% delle spese finanziabili e dura al massimo 8 anni. Le start up innovative selezionate usufruiscono di diversi incentivi come il finanziamento agevolato, il servizio di tutoring, il finanziamento a fondo perduto pari al 20% del finanziamento solo per imprese localizzate nel Mezzogiorno.

 

Fondo Italia Venture  Invitalia nasce con lo scopo di agevolare l’accesso al credito di PMI e start up innovative. L’intervento consiste nella partecipazione al capitale di rischio di PMI, secondo le condizioni di mercato e senza concessione di aiuti di Stato.

 

Nuove imprese a tasso zero Invitalia sostiene la nuova imprenditoria italiana incentivando l’avvio e lo sviluppo di micro e piccole imprese a partecipazione totale o prevalente di donne e giovani.

Bandi finanziamenti a fondo perduto 2021 per le imprese e le PMI

Di seguito, i nuovi bandi del 2021 per le imprese e le PMI:

Nuova Sabatini rivolto a piccole imprese operanti in Italia in tutti i settori di produzione di beni e servizi. Consiste in un finanziamento agevolato per l’acquisto o l’acquisizione in leasing di beni tecnologici, macchinari, strumentazioni digitali e non.

 

Investimenti in attrezzature, impianti, macchinari innovativi e tecnologia digitale Invitalia. Rappresenta un aiuto finanziario per i programmi d’investimento che hanno lo scopo di aumentare la competitività delle imprese e incentivare la trasformazione del settore manifatturiero in Fabbrica intelligente nelle Regioni meno innovative. L’incentivo prevede sia un finanziamento a fondo perduto che un finanziamento agevolato pari al 75% delle spese ammissibili.

 

Voucher Innovation Manager stimola le consulenze specialistiche atte a guidare la business trasformation in ambito tecnologico e digitale.

 

Contratto di Sviluppo per grandi progetti Invitalia di almeno 20 milioni di euro.

 

 

È bene ricordare che ogni investimento ha una durata definitiva e che i bandi cambiano nel corso del tempo. Per queste ragioni occorre informarsi presso l’ente preposto, nazionale e della regione di appartenenza, ed essere sicuri di poter beneficiare dei vari contributi a fondo perduto.

 

Se hai voglia di investire la tua creatività nel mondo dell’imprenditoria, esistono molte occasioni per ricevere aiuti dalle istituzioni.

Per info, preventivi e consulenze gratuite rivolgiti ai nostri esperti che possono trasformare la tua idea in un progetto vincente.

Contattaci al oppure prenota un appuntamento

50%


Aspetta

Lo sai che il preventivo è gratis

Basta 1 minuto!

e non comporta nessun impegno da parte tua?