fbpx

Cessione del quinto, quali sono i requisiti per accedere

La cessione del quinto è un finanziamento   rivolto ai lavoratori dipendenti e pensionati, è uno dei finanziamenti più convenienti in circolazione perché è un prestito che non richiede garanzie e può essere richiesto anche da chi ha delle segnalazioni come cattivo pagatore. La rata della cessione del quinto, come è evidente dal nome del prestito, non può superare il quinto dello stipendio o della pensione e viene trattenuta direttamente da questi, quindi non c’è bisogno di recarsi in banca o in posta per il pagamento del bollettino.

Ma quali sono i requisiti essenziali per accedere ad una cessione del quinto?

Innanzi tutto bisogna avere o uno stipendio o una pensione, ma questi elementi non sono sufficienti adesso ne scopriamo il motivo.

Requisiti Cessione del Quinto Dipendenti privati

Avere uno stipendio è una caratteristica essenziale, ma non sufficiente per accedere alla cessione del quinto. La fattibilità della pratica dipende anche dalla azienda in cui il dipendente lavora.

Ricordiamo che la cessione è possibile solo per alcuni tipi di società. Mentre per i dipendenti pubblici e statali non ci sono problemi, per il lavoratore privato ci sono delle caratteristiche da rispettare. Innanzitutto bisogna stabilire in quali forme societarie il dipendente dovrà lavorare per chiedere la cessione del quinto. Le forme societarie che possono accedere alla cessione del quinto sono SPA, SNC, SAS, SRL e le cooperative.

Un altro passo fondamentale è valutare l’azienda. Bisogna verificare se sono soddisfatti alcuni requisiti minimi richiesti. La maggior parte delle assicurazioni, infatti, chiedono che l’azienda abbia almeno 16 dipendenti assunti a tempo indeterminato, deve essere costituita da almeno 24 mesi e aver depositato almeno 2 bilanci nei quali deve risultare una condizione di stabilità dell’azienda.

Se la valutazione dell’azienda è positiva significa che l’azienda è assumibile, ma non è finita qui. Infatti bisogna verificare in che modo assicurazione valuta l’azienda in termini di moltiplicatore del TFR. Infatti l’ammontare del finanziamento dipende anche dal TFR maturato dal lavoratore, maggiore è il TFR maggiore sarà l’importo che il richiedente può ottenere. Quindi l’assicurazione darà un coefficiente assicurativo all’azienda, il quale sarà moltiplicato all’ importo del TRF maturato dal dipendente. Il moltiplicatore può variare da 1 a 7. Maggiore sarà il moltiplicatore maggiore sarà la somma che il richiedente potrà ottenere tramite finanziamento.

L’azienda può risultare anche non assumibile, significa che l’azienda è stata valutata negativamente dalle assicurazioni, cioè non ha rispettato uno o più parametri elencati precedentemente. Se questa valutazione negativa non è stata fatta recentemente, si può richiedere la rivalutazione dell’azienda che potrebbe poi risultare positiva.  Ma l’azienda può risultare anche non censita, cioè le assicurazioni non hanno mai effettuato una valutazione dell’azienda quindi non la conoscono. Anche nel caso del mancato censimento dell’azienda si può richiedere la valutazione. In entrambi casi bisogna mandare due buste paga alle assicurazioni.

Sarà l’agenzia finanziaria a controllare come le assicurazioni valutano l’azienda e/o richiedere una valutazione.

Altri requisiti fondamentali sono l’età anagrafica e gli anni di servizio del richiedente.

Infatti possono chiedere la cessione del quinto solo i maggiorenni e la cessione deve terminare entro l’età pensionabile del richiedente.

Altro punto da tenere d’occhio è la soglia di povertà fissata per 515,00 euro. Il reddito mensile al netto della trattenuta per la cessione del quinto non deve essere inferiore a tale cifra.

Requisiti Cessione del Quinto  Dipendenti pubblici e privati

Per i dipendenti pubblici e privati è ancora più semplice, infatti non è necessaria la valutazione dell’azienda e non vale neanche la regola del TFR maturato. Inoltre non c’è l’obbligo di terminare la cessione del quinto prima del pensionamento, infatti essa passerà automaticamente dallo stipendio alla pensione.

Requisiti Cessione del Quinto Pensionati

Adesso passiamo ai requisiti essenziali per i pensionati. Prima tra tutti è la tipologia di pensione. Infatti non tutte le pensioni sono cedibili.

Le pensioni non cedibili sono:

  • pensioni e assegni sociali;
  • invalidità civili;
  • assegni mensili per l’assistenza ai pensionati per inabilità;
  • assegni di sostegno al reddito (VOCRED, VOCOOP, VOESO);
  • assegni al nucleo familiare;
  • pensioni con contitolarità per la quota parte non di pertinenza del soggetto richiedente la cessione;
  • prestazioni di esodo ex art. 4, co. da 1 a 7–ter, della L. n. 92/2012.

Anche per le pensioni vale la stessa regola della soglia di povertà, infatti la pensione al netto della trattenuta della cessione del quinto non può essere inferiore a 515,00 euro, altrimenti la pratica non è fattibile.

Altro punto essenziale è l’età, la cessione deve terminare entro il compimento dei 87 anni e 11 mesi di età del richiedente.

Per avere maggiori informazioni chiedi una consulenza gratuita sul nostro sito.

Richiedi senza impegno un prospetto per la Cessione del quinto

Puoi richiedere : Cessioni del Quinto se sei Pensionato, Dipendete Pubblico o Privato

25%
CAPTCHA immagine

Copia il codice di sicurezza